Come diventare un buon architetto

  • by

Nel 1946, D. von Neumann, G. Goldstein e A. Berks nel loro articolo congiunto delinearono nuovi principi per la costruzione e il funzionamento dei computer. Successivamente, le prime due generazioni di computer sono state prodotte sulla base di questi principi. Nelle generazioni successive si verificarono alcuni cambiamenti, sebbene i principi di Neumann siano ancora attuali. È così che è stata generata architettura di von Neumann.

Al giorno d’oggi, ogni buon architetto dovrebbe avere esempi di portfolio architettura per avere successo nella carriera o per essere assunto in posti di lavoro grandi e redditizi.

esempi di portfolio architettura

 L’architetto è una delle attività più interessanti con una ricca storia millenaria. Certo, i giovani non possono assolutamente fare a meno di un talento innato nel campo dell’architettura, ma hanno comunque bisogno di una formazione adeguata, che permetta loro di lavorare ufficialmente in questo campo.

Cosa serve per diventare architetto?

Quando si tratta di talenti e abilità innati, prima di tutto, queste dovrebbero essere qualità su cui fare affidamento nel processo di padronanza del mestiere di un architetto. I buoni specialisti di solito diventano persone:

con una ricca creatività. Questa non è una banale capacità di disegnare un’immagine, ma la capacità di dare vita a idee originali, ma reali;

con il pensiero spaziale. Questo tipo di pensiero significa che l’architetto è in grado di pensare “in volume”, e non solo di immaginare immagini piatte. Se il pensiero spaziale è naturalmente assente, volendo, chiunque può svilupparlo;

con grande responsabilità. Gli oggetti creati da specialisti nel campo dell’architettura sono destinati all’edilizia abitativa e ad altre destinazioni d’uso, pertanto, durante la loro creazione, è necessario prendersi cura non solo della bellezza e dell’estetica, ma anche della praticità, della sicurezza e dell’affidabilità;

paziente e coerente. È possibile creare un progetto davvero serio e, soprattutto, fattibile solo se una persona è pronta a passare non una o due ore dietro i disegni, ma molto di più;

con senso estetico. Sicuramente deve essere presente se l’architetto vuole impegnarsi in progetti altamente artistici e creativi, e non solo tipici sviluppi residenziali.

E, naturalmente, un tale specialista deve essere attento e avere una memoria visiva sviluppata, che facilita enormemente il lavoro su qualsiasi oggetto.

Per quanto riguarda le qualità professionali, uno specialista ha bisogno di:

la presenza di un’istruzione superiore specializzata;

esperienza nel campo dell’architettura;

capacità di gestire software specializzato;

capacità di lavorare con la documentazione;

padronanza di almeno una lingua straniera;

vivo interesse per le nuove tecnologie e le realizzazioni nell’architettura nazionale ed estera.

Un bambino vuole diventare architetto: da dove cominciare?

È possibile entrare in un istituto di architettura o in un’università dopo il liceo, ma le maggiori possibilità sono date a coloro che hanno frequentato regolarmente la scuola d’arte fin dall’infanzia. Se il bambino esprime il desiderio di diventare un architetto, i genitori sono incoraggiati a invitarlo a iscriversi a una scuola d’arte, dove imparerà le basi del disegno accademico per diversi anni. Questa diventerà una buona base per il bambino, sulla base della quale è possibile andare avanti con più audacia.

Quando si familiarizza con il disegno artistico, è necessario prestare particolare attenzione alle nature morte e alle nature in gesso, poiché tali compiti vengono spesso assegnati durante gli esami di ammissione. Non fa male assumere un tutor per i normali corsi di disegno.

Di quali materie hai bisogno per diventare un architetto?

L’elenco delle materie per gli esami di ammissione alle diverse università può essere diverso, ma quelle standard sono sempre simili a questa:

letteratura;

matematica o storia;

Lingua straniera;

compito creativo. Consiste di tre blocchi, che includono composizione, disegno e schizzo.

La matematica è la disciplina più importante per un futuro architetto, ma a volte può essere sostituita dalla storia. Alcuni leader universitari danno la priorità alla creatività, non alla conoscenza delle scienze esatte. Ci sono molte opinioni tra i professionisti su questo tema.

Leave a Reply

Your email address will not be published.